Vitigni e classificazione

Grande è la varietà di vini proposti con i vitigni chenin blanc, che primeggia tra i bianchi, e cabernet franc, dominante tra i rossi. Ma grande è anche la varietà di tipologie: si passa dai vini fermi ai frizzanti, per arrivare ai moelleux e ai dolci botritizzati.

Anjou possiede il più importante patrimonio vitivinicolo della regione, declinato in tutti i modi possibili: bianchi, rossi, rosati, secchi, demisec, dolci, liquorosi ed effervescenti. Oltre ai classici Chenin e Cabernet Franc troviamo anche un interessante rosso locale, il Grolleau. Le principali AOC della zona sono Anjou, Savennières e Coteaux du Layon sono le principali AOC.
Saumur si frappone tra l’Anjou e la Touraine, e ha parecchie AOC. Le più degne di nota sono l’AOC Saumur, in cui si realizzano bianchi da invecchiamento sottili ed eleganti come quelli di Brézé (da suoli calcarei), e l’AOC Saumur-Champigny, dove domina il cabernet franc e che è patria di tanti vigneron appassionati che hanno scritto la storia dei grandi rossi di Loira.
Nella Touraine i vigneti si trovano su entrambe le sponde del fiume. Le AOC principali sono Montlouis-sur-Loire e Vouvray per i bianchi, e Chinon e Bourguiel per i rossi. Tra i primi prevale la varietà Chenin, mentre tra i secondi al solito cabernet franc si aggiunge l’interessante presenza del cot, nome locale del vitigno malbec.