DIEGO MORRA


Verduno

PIEMONTE


“Un vignaiolo emergente da uno dei comuni più interessanti del Barolo di oggi”

Viticoltura integrata

Superficie vitata: 32,5 ha

N° bottiglie: 40.000/anno

Diego Morra

Verduno, tra i vari comuni della zona del Barolo, è quello che negli ultimi anni ha conosciuto la maggiore crescita di attenzione da parte di bevitori e appassionati. Questo perché alcuni suoi cru, Monvigliero in primis, si sono dimostrati capaci di sfornare Barolo di classe cristallina, che hanno lasciato a bocca aperta anche la critica. Ed è proprio nel cuore del Monvigliero che troviamo l’azienda di Diego Morra, giovane vignaiolo che ha avuto la fortuna di poter contare su una tradizione agricola di famiglia radicata nel tempo.
Oggi Diego coltiva oltre 30 ettari di vigne dislocati perlopiù tra Verduno e La Morra. Qui, oltre ai numerosi impianti di nebbiolo da Barolo, vegetano anche i filari di pelaverga, l’uva locale che si identifica in modo stretto proprio con il comune di Verduno. L’approccio rispettoso si unisce a una conoscenza stratificata del territorio, di cui Diego è l’ultimo custode famigliare.
Le vinificazioni avvengono perlopiù in acciaio, con macerazioni lunghe sulle uve nebbiolo da Barolo, e gli affinamenti in tonneau e botti grandi. Ne risultano vini di grande espressività territoriale, schietti, in grado di raccontare tutta la nobiltà e le potenzialità di questo affascinante angolo di Langa.

VERDUNO PELAVERGA

100% pelaverga piccolo

100% pelaverga piccolo

uve di Verduno

uve di Verduno

fermentazione e affinamento in acciaio

fermentazione e affinamento in acciaio

9.000 bottiglie

9.000 bottiglie

Affascinante

Affascinante

Di grande ricchezza olfattiva, presenta le classiche note di spezie e di pepe che si innestano su un sottofondo fruttato. In bocca unisce una discreta struttura alla brillantezza gustativa.

Di grande ricchezza olfattiva, presenta le classiche note di spezie e di pepe che si innestano su un sottofondo fruttato. In bocca unisce una discreta struttura alla brillantezza gustativa.

Versatile: salumi e formaggi stagionati, primi e secondi piatti non troppo strutturati.

Versatile: salumi e formaggi stagionati, primi e secondi piatti non troppo strutturati.

BAROLO ZINZASCO

100% nebbiolo

100% nebbiolo

75% uve di La Morra, 25% uve di Verduno

75% uve di La Morra, 25% uve di Verduno

fermentazione in acciaio, macerazione di 25 giorni, affinamento in tonneau e botte grande

fermentazione in acciaio, macerazione di 25 giorni, affinamento in tonneau e botte grande

4.000 bottiglie

4.000 bottiglie

Classico

Classico

Le note floreali, nello specifico di rosa, raccontano la classicità del Nebbiolo. A queste si aggiungono lievi cenni speziati, che anticipano un sorso strutturato, di ritorno fruttato e di pienezza tannica.

Le note floreali, nello specifico di rosa, raccontano la classicità del Nebbiolo. A queste si aggiungono lievi cenni speziati, che anticipano un sorso strutturato, di ritorno fruttato e di pienezza tannica.

Secondi di carne, brasati, bolliti, formaggi d'alpeggio.

Secondi di carne, brasati, bolliti, formaggi d'alpeggio.

BAROLO MONVIGLIERO

100% nebbiolo

100% nebbiolo

uve del Monvigliero di Verduno

uve del Monvigliero di Verduno

fermentazione in acciaio, macerazione di 35 giorni, affinamento in tonneau e legno grande

fermentazione in acciaio, macerazione di 35 giorni, affinamento in tonneau e legno grande

4.000 bottiglie

4.000 bottiglie

Intrigante

Intrigante

Le classiche note floreali e fruttate qui si aprono a un ventaglio di cenni speziati e balsamici che racconta tutta la classicità del Monvigliero. In bocca ha struttura e carattere, una tannicità ben integrata e tanta profondità minerale.

Le classiche note floreali e fruttate qui si aprono a un ventaglio di cenni speziati e balsamici che racconta tutta la classicità del Monvigliero. In bocca ha struttura e carattere, una tannicità ben integrata e tanta profondità minerale.

Secondi di carne e formaggi stagionati.

Secondi di carne e formaggi stagionati.